Notizie dal Comune

29-01-2019
ELEZIONI EUROPEE: Esercizio del Diritto di voto per l'Elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia da parte dei cittadini dell'Unione Europea residenti in Italia
 
ELEZIONI EUROPEE 2019

Emanata dal Ministero dell'Interno la Circolare n. 4 del 25 gennaio 2019 concernente l'esercizio del diritto di voto per l'elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia da parte dei cittadini dell'Unione europea residenti in Italia.

In occasione delle prossime elezioni del Parlamento europeo, che in Italia si svolgeranno il 26 maggio 2019, i cittadini dell'Unione europea residenti in Italia - che volessero esercitare il diritto di voto per i membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia - devono presentare al sindaco del comune di residenza domanda di iscrizione nell'apposita lista aggiunta entro il 25 febbraio 2019.

L'istanza NON deve essere presentata dai cittadini dell'Unione che siano stati già iscritti nella lista aggiunta in occasione delle precedenti elezioni europee e che non abbiano revocato tale iscrizione.

L'eventuale trasferimento di residenza in altri comuni italiani di cittadini UE già iscritti determina l'iscrizione d'ufficio nelle liste aggiunte del comune di nuova residenza.
La modulistica è disponibile presso l'Ufficio Elettorale del Comune di Pomigliano d'Arco oppure è scaricabile dal sito del Ministero a questo indirizzo: https://dait.interno.gov.it/elezioni/optanti-2019

Il Ministero dell'interno ha infatti predisposto, per agevolare gli interessati, un modulo compilabile (compatibile con Adobe Acrobat Reader X o successive release) per l'eventuale compilazione online e stampa del modello di domanda. Tale modello, una volta compilato, dovrà essere completato con la firma autografa e dovrà o essere  consegnato a mano all'Ufficio Servizio Elettorale del Comune di Pomigliano d'Arco, o trasmesso per posta elettronica certificata a:

comune.pomiglianodarco@legalmail.it

servdemografici.pomigliano@asmepec.it

allegando altresì la scansione di un documento di identità in corso di validità.

A seguito di iscrizione nella lista aggiunta, al cittadino comunitario verrà consegnata la tessera elettorale che consentirà di votare presso il seggio indicato nella tessera stessa.

 

UFFICIO COMPETENTE: UFFICIO ELETTORALEIndirizzo: Piazza Municipio,  Palazzo Comunale, piano terra
Orario al pubblico: lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 8,30 alle 12,30; martedì e giovedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 19,00
Telefono: 0815217158-110
Fax: 0815217199
PEC: servdemografici.pomigliano@asmepec.it

 

COSA FA L’UFFICIO:L’ufficio cura l’iscrizione (in apposita lista elettorale aggiunta) dei cittadini di uno Stato membro dell’Unione Europea che desiderano votare, in Italia, per i candidati italiani per l’elezione del Parlamento Europeo.

 

DOVE E COME PRESENTARE LA RICHIESTA:La domanda di iscrizione in detta lista elettorale aggiunta, da presentare al Servizio elettorale del Comune di residenza, deve contenere, oltre alle generalità del richiedente, espressa dichiarazione attestante:

  • la volontà di esercitare esclusivamente in Italia il diritto di voto;
  • la cittadinanza;
  • l’indirizzo nel Comune di residenza e nello Stato di origine;
  • il possesso della capacità elettorale nello Stato di origine;
  • l’assenza di un provvedimento giudiziario, penale o civile, che comporti per lo Stato di origine la perdita dell’elettorato attivo.

I moduli di domanda di cui sopra, oltre che scaricabili dal link in "MAGGIORI INFORMAZIONI", sono anche disponibili presso il Servizio Elettorale del Comune.

 

CHI PUÒ PRESENTARE LA RICHIESTA:Il diretto interessato.

 

DOCUMENTI DA PRESENTARE:Passaporto / patente di guida / carta di identità in corso di validità.

 

SCADENZA:La domanda deve essere presentata entro e "non oltre il novantesimo giorno anteriore alla data fissata per la consultazione" e cioè entro il 25 febbraio 2019 (considerando data della votazione domenica 26 maggio 2019)

Tale termine è da considerarsi tassativo e inderogabile: scaduto tale termine il cittadino europeo può comunque votare – presso le Autorità Consolari straniere in Italia – per i candidati del proprio Paese di origine, ovvero rientrare in Patria per esercitare il diritto di voto.

 

MODALITÀ E TEMPI DI RISPOSTA:L’elettore cittadino dell’Unione Europea riceve comunicazione dell’avvenuta iscrizione seguita dalla consegna all’indirizzo di residenza della Tessera Elettorale Personale, valida per diciotto consultazioni.
Sulla Tessera Elettorale Perosnale è indicata la sezione elettorale di appartenenza e l’indirizzo del luogo di votazione.

 

ESERCIZIO DEL VOTO:Il cittadino, per essere ammesso al voto, deve esibire la tessera elettorale rilasciata dal Comune e un documento di riconoscimento personale.

 

RIFERIMENTI NORMATIVI:

  • Consiglio dell’Unione Europea: direttiva 93/109 del 6 dicembre 1993 relativa alla modalità di esercizio del diritto di voto e di eleggibilità alle elezioni del Parlamento europeo per i cittadini dell’Unione che risiedono in uno Stato membro di cui non sono cittadini;
  • Decreto Legge 24 giugno 1994, n. 408 (convertito dalla Legge 3 agosto 1994, n. 483): “Disposizioni urgenti in materia di elezioni al Parlamento Europeo” e successive modificazioni ed integrazioni.

 

IN EVIDENZA:I cittadini dell’Unione Europea possono richiedere di essere cancellati dalla lista elettorale aggiunta mentre, in caso di perdita dei requisiti (quali la residenza o il godimento del diritto elettorale) sono cancellati d’ufficio.
L’iscrizione nella lista elettorale aggiunta per il Parlamento Europeo consente al cittadino dell’Unione oltre ad esprimere il proprio voto (elettorato attivo) la possibilità di presentare la propria candidatura (elettorato passivo).
In quest’ultimo caso il cittadino di altro Stato membro dell’Unione deve produrre alla cancelleria della Corte d’Appello competente, oltre alla documentazione richiesta per i candidati nazionali, una dichiarazione formale contenente l’indicazione:

  • della cittadinanza e dell’indirizzo in Italia;
  • del comune o circoscrizione dello Stato di origine nelle cui liste è eventualmente iscritto;
  • che non è candidato e che non presenterà la propria candidatura per la stessa elezione del Parlamento europeo in alcun altro Stato dell’Unione.

La suddetta dichiarazione deve essere accompagnata da una certificazione, dell’autorità competente dello Stato di origine, attestante che l’interessato gode, nello Stato stesso, dell’elettorato passivo o che non risulta decaduto da tale diritto.

 

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

CALCOLO IUC 2019
12-06-2019
La Iuc (Imposta Unica Comunale) è stata istituita con ....
ELEZIONI EUROPEE 2019
26-05-2019
Consulta in tempo reale i dati delle Elezioni Europee 2019 di ....
ELEZIONI EUROPEE 2019
11-04-2019
Il Sindaco RENDE NOTO che, con Decreto del Presidente della Repubblica ....
CALCOLO IUC 2019
28-03-2019
La Iuc (Imposta Unica Comunale) è stata istituita con ....
logo del Comune
19-12-2018
Cari concittadini, rischi sismici idrogeologici, incendi ed altre ....
Codice di comportamento dipendenti
07-12-2018
Si avvisa la cittadinanza che è stato predisposto il nuovo ....
il Comune
26-09-2018
Il 1° ottobre 2018 parte il Censimento permanente della ....
logo del Comune
10-09-2018
Ricordiamo ai cittadini che da domani 11 settembre, dalle 18, ....
logo del Comune
17-07-2018
Cari concittadini, rischi sismici idrogeologici, incendi ed altre ....